Fondatore venerdì: come Nicole Dean ha trovato il suo percorso creando KOLLO


In qualità di azienda #ByWomenForWomen, amiamo celebrare i marchi guidati da altre fondatrici. La nostra nuova serie, Founder Friday, è un'opportunità per conoscere alcune di queste donne straordinarie, inclusa la nostra Heidi Zak!

C'è un detto che dice: 'La vita è come una tazza di tè: dipende tutto da come lo fai'. Questo non potrebbe essere più vero per Nicole Dean, che ha coraggiosamente deviato dal percorso 'previsto' della sua vita per perseguire la sua passione. Per tutto il tempo che Nicole riusciva a ricordare, si era avvicinata alla sua educazione con un obiettivo in mente: studiare scienze e diventare un medico. Fu solo quando iniziò a prendere lezioni di business di notte che si rese conto che stava effettivamente creando le basi per la sua azienda di tè monorigine pronta da bere, KOLLO . In questo articolo, Nicole parla del motivo per cui non dovresti mai accontentarti, di come pratica la cura di sé e condivide consigli per altre donne imprenditrici.


Perché hai fondato la tua azienda?

Dopo aver tagliato il caffè diversi anni fa, mi sono innamorato del tè sfuso e dell'arte della preparazione del tè. Durante un viaggio in Giappone, sono stato colpito dal fatto di non essere riuscito a trovare un tè RTD (pronto da bere) di alta qualità, non zuccherato, negli Stati Uniti che avesse il sapore del tè che mi stavo preparando a casa . Dopo aver studiato il mercato del tè in bottiglia e scoperto quello che credo sia un buco nel mercato, ho deciso di creare una linea di tè che utilizzasse bellissime foglie di tè monorigine e permettesse di gustare la miscela senza l'aggiunta di aromi aggiuntivi , conservanti o dolcificanti. Non credo che dovremmo sacrificare la qualità per la convenienza, e così è nato KOLLO.



Parlaci di te.


Sono cresciuto nel Midwest e mi sono trasferito nel sud della California 19 anni fa. Ho sempre amato la scienza e fin dalla tenera età ho pensato che avrei trovato un posto nell'industria dello spettacolo o sarei diventato un medico, ho scelto la seconda strada. Mi sono laureato in scienze biologiche al college e poco dopo sono stato ammesso alla facoltà di medicina.

Dopo aver realizzato che odiavo gli intensi rigori accademici e il livello di stress che la scuola di medicina richiede, ho abbandonato gli studi e ho iniziato a lavorare per una piccola azienda di biotecnologie dove sono rimasto per i successivi 5 anni. Verso la fine del mio tempo lì, ho deciso di andare a scuola di business la sera, mai con l'intenzione di avviare un'impresa, solo per progredire nel mio campo attuale.


Dopo aver ricevuto il mio MBA, mi sono reso conto che avevo bisogno di una pausa dalla scienza perché non mi sentivo soddisfatto o che era in linea con i miei interessi personali. Dopo aver finito la scuola e lasciato il lavoro, ho fatto un viaggio in Giappone tra un colloquio e l'altro. Quel viaggio ha suscitato l'interesse per l'avvio di una linea di tè di alta qualità e il resto è storia! Attualmente vivo a Los Angeles con i miei due cani da salvataggio e mio marito.

Qual è stata una sfida che hai superato durante i primi giorni della tua azienda?


cos'è un reggiseno a immersione

Tanti, con nuove sfide che spuntano ogni giorno! Direi che imparare un settore completamente nuovo è stato molto impegnativo. Vengo da un ambiente aziendale e accademico molto tradizionale, quindi non avevo idea di come si entra nell'industria delle bevande. A un livello molto elementare, ho dovuto imparare il nuovo 'linguaggio' dell'industria delle bevande, nonché come 'parlare il discorso' con acquirenti e fornitori.

Un primo esempio: ho pensato che i fornitori di bottiglie fornissero anche tappi di bottiglia corrispondenti e ho subito capito che non era così dopo aver effettuato un ordine di bottiglie di grandi dimensioni. Ho passato i successivi 6 mesi cercando di trovare un tappo che si adattasse alla mia bottiglia! Sei mesi! Devo ringraziare Google per avermi fatto passare le fasi iniziali, senza dubbio.


Quali sono alcuni dei modi in cui gli imprenditori oggi possono aiutare a crescere e ispirare la prossima generazione di donne imprenditrici?

In primo luogo, sii gentile con tutte le donne, comprese noi stesse. Abbiamo tutti una storia unica che ha plasmato il nostro modo di vedere il mondo, quindi cerco di praticare l'amor proprio e la gentilezza verso le altre donne, sia che si tratti di complimentarmi con uno sconosciuto o di fare un punto su come collaborare con marchi guidati da donne.

In secondo luogo, fai le presentazioni. Mentre il tutoraggio formale potrebbe non essere sempre un'opzione a causa di vincoli di tempo, ecc., Fare presentazioni via e-mail può valere la pena in oro nella mia esperienza. Personalmente ho tratto grandi benefici dal fatto che altre donne si offrissero di fare semplici presentazioni via e-mail, quindi cerco di fare lo stesso ogni volta che sono in grado di aiutare.

Qual è qualcosa che la maggior parte delle persone potrebbe non presumere di te a prima vista?

Che in fondo sono un nerd della scienza. Vivendo a Los Angeles, la maggior parte delle persone presume che io sia in qualche modo coinvolto nell'industria dell'intrattenimento, quindi non si sa mai!

Se potessi dare un consiglio personale alla tua giovane, cosa le diresti?

Per prima cosa, le direi, sii paziente, andrà tutto bene. Quando ho deciso di lasciare la scuola di medicina mi sono precipitato a trovare la mia prossima 'cosa', piuttosto che permettermi di sperimentare la vita. Mai in un milione di anni avrei immaginato che avrei avviato un marchio di bevande, eppure mi sento come se fossi esattamente dove dovevo essere sempre. Le cose richiedono tempo e andranno a posto. Lento e costante vince la gara come si suol dire.

In secondo luogo, le direi 'non è abbastanza buono per te!' Non perdere tempo con persone che non ti danno gioia o ti fanno sentire bene con te stesso.

come evitare che le spalline del reggiseno cadano

Qual è il brano più importante della tua playlist in questo momento?

Mi piace molto SG Lewis in questo momento, un produttore di musica dance dal Regno Unito. Mi piace la musica allegra che ti fa sentire come se fossi a una festa, anche se sei seduto a casa!

Qual è il tuo motto?

Anche questo deve passare…

Pensando al tuo tempo come imprenditrice, quale credi sia uno degli ostacoli più impegnativi che le donne imprenditrici devono superare?

Ci sono storie ben documentate di fondatrici donne che affrontano una grande resistenza da parte di società di Venture Capital dominate dagli uomini semplicemente perché non valutano o capiscono i prodotti che sono importanti per le donne. Come qualcuno che entrerà presto nel mondo della raccolta fondi, è scoraggiante pensare che qualcuno svaluterebbe un'idea semplicemente per chi la sta portando in tavola. È un dato di fatto che le aziende che si sforzano di includere donne e persone di colore ottengono risultati migliori delle loro controparti, quindi spero che la diversità e l'inclusione continuino a far parte della conversazione.

Cosa ti motiva ad andare avanti nei momenti più difficili?

Prospettiva e podcast !: Cerco di ricordare a me stesso che il mio lavoro è quello che faccio, non quello che sono. Quando sei un fondatore è facile confondere il lavoro vince / perde con vittorie / perdite personali. Ho sempre preso molto sul personale le insidie ​​del lavoro, quindi cerco di ricordare che il più delle volte non ha nulla a che fare con te come persona, semplicemente con le circostanze. Podcast perché vivo nel traffico di Los Angeles e ho trovato un grande piacere nell'ascoltare podcast come How I Built This e Million $: Women Entrepreneurs Talk Money. Ascoltare le storie di altre aziende fondate e guidate da donne mi aiuta davvero a centrarmi, dandomi anche consigli pratici da utilizzare nella mia attività.

Quali sono i tuoi modi preferiti per praticare la cura di sé?

La maggior parte dei giorni cerco di fare un 'hard-stop' per me stesso alle 17:00. Mi alzo molto presto quindi mi piace fare la maggior parte del mio lavoro al mattino e nel primo pomeriggio. Avere 'ore di lavoro' anche se lavoro per me stesso è un confine che ho creato per aiutarmi a mantenermi sano.