Fondatore venerdì: Rael Fondatore Yanghee Paik


In qualità di azienda #ByWomenForWomen, amiamo celebrare i marchi guidati da altre fondatrici. La nostra nuova serie, Founder Friday, è un'opportunità per conoscere alcune di queste donne straordinarie, inclusa la nostra Heidi Zak!

Yanghee Paik era sulla buona strada per una carriera di successo a Hollywood quando un amico le ha chiesto di avviare una nuova attività. Come laureata in un MBA ad Harvard, si stava godendo il suo ruolo di distributore di film per i Walt Disney Studios, ma aveva già iniziato a sognare di costruire il suo marchio globale. Quindi ha collaborato con i suoi co-fondatori per iniziare Rael , una linea di prodotti per la cura femminile naturali e biologici che non sacrificano il comfort o la funzionalità. Il marchio cult preferito è nato nel 2017 e da questo fine settimana sarà disponibile per la prima volta nei negozi Target. Abbiamo incontrato Yanghee per saperne di più sul suo viaggio verso l'imprenditorialità e su come si rilassa alla fine della giornata.


Perché hai fondato la tua azienda?

Sono stato un distributore di film ai Walt Disney Studios per 7,5 anni quando ho incontrato la mia co-fondatrice, Aness. Mi ha raccontato tutto dei problemi chimici tossici negli assorbenti e negli assorbenti interni convenzionali e ha condiviso la sua idea di creare prodotti per la cura femminile organici altamente funzionali. Non che stavo cercando di avviare un'attività in proprio allora, ma questa chiacchierata con Aness ha innescato totalmente lo spirito imprenditoriale che avevo dentro di me.


In effetti, mi stavo godendo il mio lavoro a Hollywood, ma stavo diventando affamato di nuove sfide e ispirazione nella mia vita e carriera. Lavorare in un grande studio cinematografico è stato divertente, ma volevo essere in una posizione in cui poter prendere decisioni ed eseguirle rapidamente. Dopo aver discusso l'impresa con i miei co-fondatori, ero convinto al 100% che non ci fosse niente di più eccitante che costruire qualcosa da zero che potesse potenzialmente cambiare la vita delle donne in tutto il mondo. Ho lasciato la Disney poco dopo e sono saltato su Rael.

Parlaci di te.


Sono nato in Corea del Sud, ma ho vissuto in altri due continenti crescendo, il che mi ha aiutato a comprendere meglio culture diverse ea diventare una persona flessibile. Più specificamente, la mia famiglia viveva a Parigi quando ero piccola, e durante gli anni della scuola elementare abbiamo vissuto sia in Corea che negli Stati Uniti. Dopo aver lavorato in Corea per alcuni anni dopo il college, mi sono trasferito negli Stati Uniti da solo per una scuola di economia e da allora sono rimasto qui.

Dopo aver ottenuto il mio MBA ad Harvard, ho lavorato presso il Boston Consulting Group nell'ufficio di Los Angeles come consulente aziendale. Poi mi sono unito ai Walt Disney Studios per perseguire la mia passione per l'intrattenimento e concentrarmi sulla distribuzione di film in digitale. Lì ho imparato il potere di un marchio globale, una forte leadership e capacità di esecuzione, che sono tutte essenziali nel mio ruolo attuale. Mi piacciono ancora l'intrattenimento e i contenuti, ma ora mi sono innamorata di creare un marchio per le donne e lavorare in un ambiente molto frenetico con un team altamente motivato.


Qual è stata una delle sfide che hai superato durante i primi giorni della tua azienda?

Essere il capo di me stesso. Uno dei motivi per cui volevo avviare la mia attività era essere in grado di prendere decisioni da solo invece di passare attraverso livelli di processi di approvazione. Tuttavia, all'inizio, non ero abituato a non avere un capo che potesse convalidare il mio processo di pensiero. Mi ci è voluto un po 'per essere efficiente e fiducioso sul mio processo decisionale, e immagino che sto ancora imparando a essere bravo ogni giorno.


come indossare un reggiseno senza spalline

Quali sono alcuni dei modi in cui gli imprenditori oggi possono aiutare a crescere e ispirare la prossima generazione di donne imprenditrici?

Condividere questo tipo di storie e interagire con esse. Sono anche entusiasta di aiutare le donne delle minoranze poiché le tre co-fondatrici di Rael sono tutte donne asiatiche americane. Man mano che la nostra azienda cresce, vorrei che un giorno potessimo condividere storie più stimolanti su come abbiamo raccolto denaro, presentato ai grandi rivenditori e promosso il marketing, ecc. È un viaggio difficile, ma vorremmo far sapere a tutti che questo può essere chiunque abbia un'idea e una passione.


Perché è importante che gli imprenditori dedichino del tempo ad aiutare la prossima generazione di donne fondatrici?

In qualità di imprenditrici, affrontiamo sfide uniche come la presentazione di VC composte al 100% da uomini (che non sanno molto sull'assistenza femminile, nel nostro caso) o il lavoro e l'equilibrio familiare. Un viaggio come imprenditrice è difficile e solitario, e avere gruppi di supporto e mentori è davvero importante per il successo della prossima generazione di fondatrici. Personalmente desidero vedere più aziende fondate da donne, che possono risolvere i problemi del mondo con una serie di soluzioni e occhi creativi.

Come ti descriveresti in tre parole?

Flessibile, motivato, schietto.

Quale qualità ami di più di te stesso?

Il fatto che sogno costantemente la prossima cosa. Quando ero uno studente universitario in Corea, il mio sogno era venire a LA e lavorare a Hollywood. Da adulto, sognavo di avviare il mio marchio che può potenzialmente diventare un fenomeno globale. Non ci siamo ancora, ma mi ispira ogni giorno che qualcosa che sembrava impossibile possa essere possibile ora.

Quando e dove sei più felice?

Quando sono con la mia famiglia in Corea, sono l'unica persona della mia famiglia che vive qui. Inizialmente, i miei genitori non erano molto favorevoli a farmi fare una startup, ma ora sono i miei più grandi sostenitori. Mi dà molta forza quando ricevo supporto emotivo da loro e anche quando vedo mia nipote, che è la mia più grande cheerleader.

Se potessi dare un consiglio personale alla tua giovane, cosa le diresti?

Non aver paura dei cambiamenti. Mi dispiace di non essere stato così proattivo nell'assumere rischi e nell'intraprendere cambiamenti quando mi sentivo a mio agio nel mondo delle grandi aziende. Guardando indietro, i cambiamenti sono buoni e ho imparato così tanto da loro. Vorrei spingermi di più fuori dalla mia zona di comfort e correre più rischi.

come indossare un reggiseno

Qual è il brano più importante della tua playlist in questo momento?

Superficialedi Lady Gaga, Bradley Cooper

Qual è il tuo motto?

Sii coraggioso, sii vulnerabile.

Quali sono i vantaggi o i vantaggi di essere un fondatore di cui molte persone potrebbero non rendersi conto o non conoscere?

cos'è un reggiseno a immersione

Incontrare così tante persone di talento. È incredibile quanto possa diventare diversificata la tua rete come fondatore. Sono stato fortunato a entrare in contatto con molti investitori, colleghi imprenditori, rivenditori, influencer e solo molti talenti altamente motivati ​​attraverso il nostro processo di intervista.

Perché è importante comprendere sia le sfide che i vantaggi dell'essere un fondatore?

Essere un fondatore è un viaggio difficile. È super gratificante, ma allo stesso tempo molto solitario e stressante. Sapere che non ci saranno solo i benefici, ma anche enormi sfide ti aiuterà a essere preparato per le difficoltà ea rimanere positivo e ottimista quando ci sono momenti in cui vuoi smettere.

Pensi che i fondatori dovrebbero prendersi del tempo per riflettere sui professionisti, anche se spengono costantemente gli incendi?

Sì, naturalmente. La vita come fondatore può essere folle, ma dovremmo dedicare del tempo a riflettere sul motivo per cui abbiamo iniziato tutto questo, su come sta influenzando i nostri dipendenti e clienti, ecc., Per rimanere motivati ​​e positivi. Questa dovrebbe essere la fonte della nostra energia quando siamo giù e stressati.

Pensando al tuo tempo come imprenditrice, quale credi sia uno degli ostacoli più impegnativi che le donne imprenditrici devono superare?

Direi di essere coraggioso, soprattutto durante il processo di raccolta fondi. Abbiamo raccolto un importo piuttosto significativo nella serie A nel settembre 2018. Eravamo fiduciosi di ciò che stiamo costruendo, ma ovviamente ci sono state molte notti insonni quando abbiamo ricevuto feedback negativi. Penso che come donne, siamo molto sensibili alle critiche e tendiamo ad essere umili, soprattutto quando abbiamo a che fare con uomini d'affari potenti ed esperti come gli investitori VC. Eppure ho imparato a filtrare alcuni di loro dopo un po 'per rimanere positivo e fiducioso su ciò che stiamo costruendo. È importante essere un buon ascoltatore, ma a volte devi solo essere audace e credere in te stesso.

Quali sono i tuoi modi preferiti per praticare la cura di sé?

Direi trattamenti per il viso e massaggi thailandesi. In effetti, sono un grande appassionato di cura della pelle, quindi cerca di trovare il tempo per ottenere un trattamento viso ogni 2-3 settimane. Se il tempismo non funziona, farei un mini-trattamento viso a casa da solo, usando una maschera in tessuto. È un momento estremamente rilassante per me quando posso essere offline, evitare di pensare al lavoro e concentrarmi solo su me stesso.

Qual è la parte più appagante del tuo lavoro?

Penso che la parte più appagante del mio lavoro sia l'impatto (grande o piccolo che sia) che stiamo producendo sulla vita dei nostri clienti. Nei primi giorni di Rael, leggevo le recensioni di ciascuna delle nostre clienti su Amazon e GetRael.com. C'erano clienti che dicevano di non aver mai provato un prodotto così nuovo ed efficace o condividevano che tutte le loro irritazioni della pelle erano scomparse dopo aver provato il nostro. Ora incontriamo clienti reali di tanto in tanto in occasione di eventi offline e adoro ascoltare la loro esperienza e le loro storie. È sorprendente sapere che alcuni clienti hanno riconosciuto quello che facciamo e si divertono a usare i nostri prodotti!

Segnalazione aggiuntiva di Megan Hernbroth.